9.6.09

KAKA' AL REAL: E' UN INCUBO!!

Leggere i giornali e le news sui siti internet stamattina è stata un'operazione straziante. Lo sapevo già, da giorni, da quando è cominciato il tam tam mediatico. Ma avere la conferma ufficiale e sapere ora con certezza che nel prossimo campionato non potrò più vedere le giocate di Kakà con la maglia del Milan mi riempe il cuore di tristezza e mi vengono le lacrime agli occhi. Lo sapevamo tutti, non siamo così ingenui da non capire che l'affare era concluso e che si aspettava il martedì per ufficializzarlo per via delle elezioni. Berlusconi ha preso in giro i tifosi milanisti e li ha fatti passare per idioti. Sarà un boomerang per lui e per la società questa operazione di cessione. Mi piacerebbe che a settembre gli abbonamenti allo stadio siano dimezzati almeno così avranno di che piangere.. visto che non mi spiego come sia possibile che una squadra con il giro d'affari del Milan, e la più sostenuta per numero di tifosi, si ritrovi sempre con BUCHI di passivo. Ma dove vanno a finire tutti i soldi che incassano? Certo se li si sperpera per pagare i milioni di euro di stipendio ai Dida, agli Emerson e a tutta la pletora di giocatori "buco nell'acqua" che abbiamo acquistato negli ultimi anni non andremo molto avanti ..
Adesso saremo con 65 milioni in più ed un campione in meno... una squadra senza più un'anima, che arrancava prima e che da settembre probabilmente sarà ancora peggio. Siamo sul viale del tramonto di un'epoca e credo che per ricominciare da capo più che cambiare allenatori e vendere giocatori bisognerebbe cambiare dirigenza.
Che di errori di gestione e di campagna acquisti negli ultimi anni ne ha fatti troppi.
Oggi come milanista sono davvero delusa e amareggiata.

20.1.09

KAKà Telefonata a Milan Channel : RESTO AL MILAN

Non ho parole per esprimere la commozione, come credo non le ha nessun tifoso milanista. Questi giorni sono stati un po' sofferti ma almeno per ora possiamo tirare un sopriro di sollievo. Ci auguriamo tutti che il matrimonio Kakà- Milan sia questa volta per sempre!

28.11.08

ANCORA UNA VOLTA SUPERDINHO

Che brivido..... di ammirazione, quella reverenziale, quasi timida e sottomessa, di chi si riconosce piccolo davanti a qualcuno che rappresenta l'eccellenza. Solo così ci può sentire dopo aver visto il goal su punizione che anche ieri sera Dinho si è inventato. Incredibile !
Giocatori di questa classe e con codesti piedi possono anche permettersi di trotterellare per il campo per 89 minuti, facendo in apparenza non notare la propria presenza per poi al '90 tirare fuori dal capello un'invenzione come quella di ieri e magari ribaltare un risultato o far vincere la partita alla propria squadra. Tutto quello che il giocatore ha prodotto in campo negli '89 minuti precedenti non contano più nulla, vanno nell'oblio, offuscati da una sola immagine che prepotentemente si fissa nella memoria come una polaroid: l'immagine dell'ultima magia, dell'ultimo capolavoro che il fuoriclasse è stato in grado di creare!!
Complimenti Dinho

4.11.08

SULLA VETTA DEL MONDO!!!

MILAN -NAPOLI 1-0
Un match combattuto per 90 munuti, un secondo tempo di assedio alla difesa dei partenopei e con un po' di fortuna, quasi allo scadere, è arrivato il goal della vittoria e la conquista del primo posto in classifica. Non accadeva da anni e quindi possiamo gioirne .. ci auguriamo il più a lungo possibile!!

30.10.08

SORPASSO AVVENUTO

Milan 19, Inter 18. Dopo due anni siamo riusciti a superare in classifica i cuginastri nerazzurri. Certo bisogna rimanere con i piedi per terra considerato che domenica i rossoneri ospitano in casa l'indemoniato Napoli e che l'inter dovrebbe avere una partita più facile, ma come si fa a non gioire per essere passati davanti alla squadra con l'allenatore più spocchioso al mondo?

Il sorpasso è stato possibile grazie ancora una volta al contributo di due grandi campioni, Pippo Inzaghi e Riccardino Kakà che hanno consegnato al Milan una importante vittoria contro il Siena di Giampaolo. Nel primo tempo l'incontenibile superpippo mette dentro su una palla perfetta piazzata da un ritrovato Ringhio Gattuso. Il primo tempo si chiude sull' 1a 0 ma nella ripresa il Siena entra determinato per riequilibrare il risultato. E ci riesce al 54' trovando il pareggio con Vergassola. Il Milan non ci sta e al 65' Inzaghi è bravissimo ancora una volta a procurarsi il rigore che Kakà con freddezza realizza.
Si finisce sul 2 a 1.
Milan a - 1 dalla vetta.
Inter a -1 dal Milan.

27.10.08

-1 DALLA TESTA...

ATALANTA - MILAN 0 - 1
Con una partitaccia ed un solo tiro in porta trasformato in goal dall'intramontabile Kakà il Milan porta a casa un risultato prezioso, guadagnando terreno sull'Inter e avvicinandosi alla vetta della classifica ad un solo punto di distacco da Inter, Napoli e Udinese .
Diciamo che ieri allo stadio di Bergamo contro una buona Atalanta il Milan ha avuto fortuna. Ed ogni tanto ci vuole.
Il primo tempo inizia subito lasciando intravedere un copione per nulla promettente. L'Atalanta fa bene pressing ed i rossoneri non riescono ad imbastire gioco, complice forse anche l'assenza del playmaker Willy Wonka, alias Seedorf. I nerazzurri si rendono pericolosi in un paio di occasioni con Doni ma la difesa milanista questa volta è attenta e tutti gli attacchi sono sventati.
Primo tempo che si conclude sul risultato di 0-0 che sta stretto ai bergamaschi per le occasioni ed il gioco espresso. Ma il calcio è beffardo, miglior gioco non corrisponde sempre a miglior risultato, ed il Milan lo sa bene.
La ripresa inizia con un Diavolo più determinato. I rossoneri provano ad uscire dalla propria metà campo e già al 7' si rendono pericolosi con Borriello che raccoglie un invito di Ronaldinho ma è impreciso nella conclusione.
Sembra un incontro destinato a concludersi in pareggio, l'Atalanta non ha più l'incisività del primo tempo , il Milan potrebbe approfittarne ma manca invece di lucidità e fatica a costruire gioco.
All'80', inaspettatamente, una consueta magia di Kakà regala un bel goal ai tifosi rossoneri in trasferta a Bergamo e consegna i 3 punti alla squadra di Ancellotti.
Non è stato un buon Milan ma per ora l'importante è aver guadaganto i 3 punti.
E ora sotto con il Siena!

25.9.08

ANNASPANDO PER TROVARE UN EQUILIBRIO

Il campionato è iniziato da quatteo giornate ed è stato battezzato nel peggiore dei modi.
Dopo i coup de theatre della campagna acquisti estiva con l'arrivo a suon di fanfare di Ronaldinho ed il ritorno del figliol prodigo Sheva ci ritroviamo ad inaugurare la nuova stagione con le difficoltà dello scorso anno, anzi forse peggio.
Peggio per la posizione in classifica, anche se nelle ultime due partite, dopo una pioggia di critiche, si sono viste finalmente delle reazioni.
Peggio per il gioco espresso che pare oltre resuscitare il vecchio e caro problema di lentezza e macchinosità nelle manovre esprimre anche disordine e mancanza di equilibri in campo.
L'exploit con la Lazio non deve trarre in inganno perchè il buon mister Ancelotti avrà ancora molto da lavorare per rendere questa squadra davvero competitiva per lo scudetto ed in grado di contrastare l'Inter per sottrargli lo scettro dei campioni d'Italia.
In ogni caso deve far riflettere che il Milan ha vinto le ultime due partite senza i pupilli della campagna acquisti. Sintomo che i problemi del Milan forse derivano più da una dirigenza non in grado di azzeccare le scelte di mercato giuste ed in modo tempestivo.
E' ancora troppo presto per criticare l'abulia di un Shevchenko irriconoscibile (ma cosa gli hanno fatto in due anni a Londra per ridurlo all'ectoplasma del giocatore che fu?) e la "parsimonia" di Ronaldihno nell'esibire le sue tanto celebrate prodezze.
Ma i tifosi sono impazienti, e dopo la stagione delundente dello scorso anno quest'anno ci aspettiamo di vincere qualcosa.
Perciò ci auguriamo che tutti si mettano al lavoro per dare motivazione, equilibrio, gioco e risultati alla squadra facendo felici migliaia di tifosi.